Coronavirus, Malta prende provvedimenti

Con la diffusione del Covid19 in Italia, Malta cerca di salvaguardarsi. Ma è difficile garantire ai cittadini di riuscire a sbarrare la strada a un virus che – contrariamente a quanto si era detto in un primo momento – potrebbe restare asintomatico fino a 27 giorni.

  Una suggestiva immagine del Coronavirus

I passeggeri in arrivo da Paesi ritenuti a rischio da questa settimana sono sottoposti a screening con scanner termici in aeroporto e nei terminal marittimi di navi da crociera e catamarani. Due casi sospetti sono stati testati a Malta, ma entrambi sono risultati negativi e tre persone sono in quarantena dopo un possibile contatto con un caso confermato sulla nave da crociera di Westerdam, sebbene siano rimasti asintomatici.

“Come molti anche io all’inizio ero scettico sulla gravità di questa epidemia” dice Anton Briffa, che è un medico di famiglia e racconta di aver visitato nell’ultimo mese tantissimi pazienti con sintomi non distinguibili da quelli del Coronavirus.

“Adesso però ammetto che si tratta di un problema potenzialmente serio. Anche se il tasso di mortalità non è molto elevato, almeno sulla base di quello che è stato detto finora, è relativamente alto il numero di pazienti che necessitano un ricovero in terapia intensiva. In una realtà come quella maltese potrebbe avere un impatto significativo per il servizio sanitario nazionale”.

 Il Mater Dei Hospital 

È difficile anche la semplice gestione del paziente per il medico di famiglia. “L’unico fattore di distinzione fra il coronavirus e una banale influenza è la storia del paziente” dice Briffa. “Non posso prescrivere a tutti un test per il coronavirus. Ma sarà sempre più difficile stabilire il discrimine adesso che il virus si è avvicinato”.

Oggi i portuali maltesi hanno interrotto le attività di scarico merci nei porti di Valletta e Paola, preoccupati dall’idea di dover gestire un carico in arrivo dall’Italia._

_____
Durante la peste del 1813, nell’isolotto di Filfla trovò rifugio la famiglia di Ġanni Attard che vi sopravvisse fino al rientro dell’emergenza. Ma non fatevi strane idee in tempo di Coronavirus: oggi è riserva naturale ed è vietato approdarvi. Filfla, l’isola incantata
_____
I genitori dei bambini che hanno trascorso le vacanze di carnevale in alcuni paesi asiatici e anche nell’Italia settentrionale hanno ricevuto precisa istruzione di tenerli a casa. Coronavirus, Malta adotta misure aggiuntive
_____
La Sicilia e le isole maltesi condividono alcune caratteristiche climatiche, una parte della loro storia, taluni aspetti culturali e, a quanto pare, anche qualche fantasma, come ad esempio il prete morto di Erice. Il prete morto e i fantasmi a fumetti
_____
C’è stata una fase in cui lo scontro fra nazionalisti e laburisti ha coinvolto anche la Chiesa maltese. Avvenne nel 1961, quando l’arcivescovo Mikiel Gonzi dichiarò scomunicati tutti coloro che avrebbero votato Labour, e durò fino al 1964. L-interdett, la Chiesa chiede scusa

 

Senza categoria tag: , , , , , , , , ,

Informazioni su Irene Chias

Irene Chias è siciliana. Dopo aver lavorato per anni come giornalista in Francia e a Milano, si è trasferita a Malta. Nel 2010 è uscito il suo romanzo Sono ateo e ti amo (Elliot). Nel 2013 è stato pubblicato Esercizi di sevizia e seduzione (Mondadori), vincitore nel 2014 del “Premio Mondello Opera Italiana” e del “MondelloGiovani”. Del 2016 è Non cercare l'uomo capra (Laurana). I suoi racconti sono apparsi su Nuovi Argomenti, Granta Italia, Nuova Prosa, su diverse antologie.

Una risposta a “Coronavirus, Malta prende provvedimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *